copertinaicare
LogoICarenewtrasparenzafuori-jpg
LogoICarenewtrasparenzafuori-jpg
© 2020 I Care Onlus

Progetti:


l’elenco dei progetti di questa sezione rappresenta la memoria storica delle iniziative che negli anni I Care ha potuto realizzare in tutto il territorio provinciale. Alcuni di questi progetti erano temporanei e sono stati conclusi. Altri sono stati “ceduti” ed ora vengono gestiti da associazioni o persone che sono subentrate ad I Care, secondo la modalità, adottata da sempre, di promuovere, dare avvio ma poi permettere a chi ha voluto un servizio di gestirlo in prima persona.

 

acero

Punto Giovani I Care (1998-2002)

Centro di aggregazione giovanile per ragazzi dai 15 anni in su, mediante il quale l’Associazione si fa veicolo di attività  culturali e ricreative, con l’obiettivo principale di formulare proposte educative di sostegno. Negli anni hanno frequentato il primo Punto Giovani circa 100 ragazzi.

Il Circolino (2000-2011)

azalea

Nato nei pressi del Centro Giovani I Care, ma in locali distinti da questo, “il Circolino”, è un progetto attraverso il quale vengono seguiti alcuni minori in situazione di disagio, con un programma educativo volto all’acquisizione della loro piena autonomia e del proprio benessere personale. Questo progetto nasce nel 2000 e opera fino al 2003, con altri nomi e altri sponsor. Riprende vita nel 2006, da ottobre 2008 a novembre 2009 è uno dei progetti realizzati con il contributo del CESVOT e dopo un periodo di autofinanziamento da parte dell’associazione opera grazie ad un contributo della Regione Toscana da ottobre 2010 a marzo 2011 in un locale posto in Via Giambologna.

Complessivamente circa 100 minori e rispettive famiglie hanno usufruito di questo servizio.

Diszgalagonya

Ciak... si gira (2001-in corso)

Gestione di attività  di doposcuola ed animazione presso il centro per bambini “Ciak… Si Gira!” (via Alfieri 49\f – zona Tortaia) in collaborazione col Comune di Arezzo e la Circoscrizione 3 Saione. Nel 2005 il servizio è stato autofinanziato dall’Associazione e da aprile 2006 ad aprile 2007 si è avvalso di un finanziamento da parte del CESVOT (Centro Servizi Volontariato Toscana). Gli  iscritti annuali al servizio sono circa 40 tra bambini e ragazzi.

juniper

Punto Giovani (2002-2006)

Progettazione, apertura e gestione un nuovo Punto Giovani  presso il Villaggio Dante, servizio rivolto a giovani dai 12 a 18 anni. Il servizio, interamente autofinanziato dall’Associazione, ha poi chiuso per sopraggiunta inadeguatezza dei locali nel 2006.

image-467

Centro di Aggregazione Giovanile (2004-2005)

Gestione, in collaborazione con ARCI NUOVA ASSOCIAZIONE ed in convenzione con il Comune di Arezzo (Assessorato alle Politiche Sociali, Politiche del Sistema Educativo e Scolastico) del Centro di Aggregazione Giovanile di Via Rismondo.

Il servizio è stato frequentato quotidianamente da circa 40 adolescenti. Il gruppo complessivo dei partecipanti ha superato le 100 unità.

image-414

Centro di Aggregazione Giovanile (2005-2006)

Gestione, in collaborazione con ARCI NUOVA ASSOCIAZIONE e la Circoscrizione 3 Saione in convenzione con il Comune di Arezzo (Assessorato alle Politiche Sociali, Politiche del Sistema Educativo e Scolastico) del Centro di Aggregazione Giovanile del Pionta.

Il servizio è stato frequentato quotidianamente da circa 25 adolescenti

image-853

CentroDentro (2006-in corso)

 

Gestione del CentroDentro, per conto del Comune di Arezzo (Assessorato alle Politiche Sociali, Politiche del Sistema Educativo e Scolastico), in collaborazione con ARCI NUOVA ASSOCIAZIONE, ACLI Sede Provinciale di Arezzo,Centro di Aggregazione Giovanile di Largo Primo Maggio.

Il servizio è frequentato quotidianamente da circa 25/30 adolescenti

image-450

CentroAnchio (2008-2018)

I Care gestisce, per conto del Comune di Poppi, il Centro Giovanile di Ponte a Poppi, chiamato CentroAnchio, che è riuscito fin da subito ad aggregare un buon numero di ragazzi casentinesi per attività socializzanti, culturali e di laboratorio.

Il servizio è frequentato quotidianamente da circa 25/30 adolescenti.

Punto Giovani Itinerante (2009-2012)

image-93

In collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Arezzo, I Care gestisce il Punto Giovani Itinerante, attraverso il quale sono state organizzate, all’interno della zona sociosanitaria aretina, tutta una serie di esplorazioni del mondo giovanile, incontri, eventi per fare “rete” e per dare una dinamicità maggiore a quanto viene fatto per i ragazzi.

Il progetto è finanziato in parte dalla Regione Toscana ed in parte Dalla Zona Sociosanitaria Aretina.

I ragazzi contattati che a vario titolo hanno preso parte all'attività sono tra 250-300.

Ricerca – Intervento sugli strumenti e sui metodi educativi relativi alla fascia giovanile‚Äč (2008-2011)

image-99

 dopo aver creato un protocollo d’intesa con l’Università degli Studi di Siena, sede di Arezzo – Dipartimento di Scienze dell’Educazione e della Formazione – un gruppo di educatori dell’associazione ha realizzato un percorso formativo di studio, con l’intento di coinvolgere tutte le strutture che all’interno del territorio comunale si occupano di educazione dei giovani. L’obiettivo è stato quello di costituire un organismo –  chiamato patto educativo– in grado di creare corsi formativi, convegni, una rivista, strumenti di sostegno per chi si occupa di educazione giovanile.

Il progetto nel secondo anno, si è ampliato per coinvolgere in una serie di incontri ed iniziative gli educatori di altre associazioni, che nel territorio provinciale si occupano di educazione giovanile.

Centro Diurno per Minori (2010-2015)

image-347

I Care, in collaborazione con LiberaMente Associazione di Promozione Sociale e C.S.A. Centro di Solidarietà di Arezzo Onlus, ha inaugurato un Centro Diurno per Minori da 6 a 18 anni aperto ogni giorno da lunedì a venerdì dalle 13 alle 19 in Via Giambologna, 23 ad Arezzo, riservato ad utenti seguiti dai Servizi Sociali, che in collaborazione con lo Spazio Famiglia del Comune di Arezzo offre strumenti per l’integrazione sociale a minori disagiati. Il Centro nasce per accogliere quotidianamente non più di 12 utenti ed offrire loro risposte individualizzate ed efficaci alle esigenze educative e di socializzazione affiancandosi ai servizi sociali, alla scuola e alla famiglia.

image-307

Accoglienza Migranti (2016-2019)

Apertura di Una Casa di Accoglienza (CAS) per conto della Prefettura di Arezzo che ospita otto giovani migranti, richiedenti asilo politico e protezione internazionale. La struttura è situata presso il comune di Castiglion Fibocchi (AR). Nei due anni successivi, sempre all’interno dello stesso progetto sono state aperte altre due strutture, una nel comune di Subbiano e l’altra in località San Giustino Valdarno

image-31

BellaPresenza (2018-in corso)

Progetto BellaPresenza: in collaborazione con Oxfam Italia ed alcuni Istituti scolastici della città l’iniziativa si propone di contrastare la povertà educativa, creando numerosi interventi all’interno delle scuole, come percorsi sulle emozioni e sull’affettività e all’interno del centro giovanile e del doposcuola per i bambini, come laboratori manuali, multimediali e musicali.

image-883

Le Aule dei Legami (2020)

Insieme ad Oxfam Italia sono stati creati tre Centri Estivi che, in osservanza alle disposizioni dell’emergenza Covid 19, hanno permesso a bambini delle scuole elementari di riprendere la vita sociale. I tre centri si sono svolti nel comune di Monte San Savino, presso il Centro Ciak … si gira della zona Tortaia e presso un nuovo Centro, denominato Il Cedro, per il quale viene progettata la continuazione.

image-825

Villa Sitorni (2004-in corso)

In collaborazione con il Comune di Arezzo gestione dell’immobile Villa Sitorni: si tratta di un servizio di sorveglianza, di manutenzione del giardino e delle aree esterne e della cura e custodia dell’ambiente. 

A partire da marzo 2011 la struttura accoglie neodiciottenni usciti

dalle comunità residenziali per periodi di tempo limitati ma

sufficienti al raggiungimento di obiettivi funzionali alla presa di

autonomia (conseguimento del titolo di studio, ricerca del lavoro

e di un’abitazione …)

image-245

Api Inclusive (2014-2015)

L'associazione I CARE è incaricata della diffusione del testo Api Inclusive, report finale del progetto API, di cui I CARE è stata partner. Il progetto, finanziato dalla Sovvenzione Globale POR Regione Toscana FSE 2007-2013 - ATI Esprit3, ha visto la collaborazione di I CARE con: CSA Centro di Solidarietà di Arezzo onlus, I CARE ANCORA società cooperativa sociale e L'ALTRA CITTA' agenzia formativa di Grosseto.

image-894

Sostegni alla Classe/Mentoring (2008-2018)

Su affidamento di alcuni Istituti Comprensivi di Arezzo gli educatori dell'Associazione I Care sono stati inseriti nelle scuole primarie e nelle scuole dell'infanzia per attività di sostegno alla classe.

 

I Care in collaborazione col Comune di Arezzo ha gestito il servizio di assistenza domiciliare per minori sostenendoli nello studio, nella socializzazione, nella gestione delle attività extrascolastiche.

image-112

Bambinando (2002-2013)

Bambinando è un marchio che nasce nel 2002 quasi per caso, e che dal 2002 si sviluppa e si distingue come simbolo di feste ed iniziative a favore dell’infanzia. Organizzato nella splendida cornice del Parco di Villa Severi per 12 anni consecutivi Bambinando era un festival gratuito, patrocinato dal Comune di Arezzo, dedicato a tutti i bambini della città. Una giornata interamente dedicata al gioco ludico e al divertimento con diversi stand per i laboratori e le attività ricreative, tutte finalizzate allo stimolare l'iniziativa e la voglia di andare oltre dei bambini.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder